3 stelle Chef e ospite con passione

“Fai le cose con passione o non farle affatto” è uno dei principi guida più importanti di Christian Bau. È un tipo di persona che o si butta a capofitto oppure non inizia nemmeno. Lui è il più giovane cuoco con tre stelle Michelin di Germania. Ha ricevuto la terza stella all’eta‘ di 34 anni per il ristorante “di Victor Fine Dining da Christian Bau”, di cui è chef e padrone di casa. Da 13 anni difende la stella.

E ‘un cuoco di 3 stelle sia con corpo che con anima, e si possono contare sulla dita della mano le volte in cui non cucina lui direttamente. “Ogni volta che sono alla piastra sono felice”, dice Christian Bau, ancora oggi con piena convinzione. Rendere le persone felici con il suo lavoro e‘ cio‘ che Christian Bau desidera. Non è solo uno chef a tre stelle, è anche un padrone di casa dal grande cuore.

Che guida lo chef di 3 stelle

Precisione – “Senza attenzione ai dettagli non sarai grande”

“Le persone nel mio ambiente mi descrivono come molto semplice – in ogni senso”. Per lo chef Christian Bau, la perfezione, la precisione e la disciplina svolgono un ruolo elementare all’interno e all’esterno della cucina. I prodotti che elabora non possono non essere freschi e non abbastanza buoni. Ad esempio, se un pesce è insoddisfacente, il menu per la serata viene riscritto. Sulla piastra viene solo il meglio – e ognuno degli ingredienti passa per la sua mano.

Talento – “La priorità principale di un capo è riconoscere e promuovere questo”

Come in ogni industria, ci sono anche persone del settore della ristorazione che sono nate con un qualcosa in piu‘. Secondo Christian Bau le sensazioni di creativita‘ e connessione sono talenti ce uno chef dovrebbericonoscere e promuovere. Lo chef a 3 stelle può considerarsi fortunato in quanto ha avuto grandi maestri, tra gli altri Harald Wohlfahrt, che lo ha spronato durante gli anni di apprendistato but che lo ha anche completamente supportato. Adesso, è lui stesso la figura centrale in cucina e il modello di ruolo per la sua squadra.

Innovazione – “la creazione della modernità dovrebbe basarsi sul classico”

Christian Bau tende alla modernità, ma rispetta anche la tradizione e la musica classica. E‘ aperto a tutto, anche prima di utilizzare una nuova tecnica. Lo chef a 3 stelle è un uomo libero, le tendenze culinarie non lo hanno mai interessato e non lo toccano ancora oggi. L’innovazione è grande, se ha senso, ma non se è solo un effetto.

Christian-bau-isst-wurst

“No diligence no price”

Forse una visione conservatrice, ma non ha mai fatto del male a nessuno. “Senza una forte volontà di compiere, non si può svolgere un ruolo di rilievo in nessuna industria”, sono le parole di Christian Bau. È necessario disporre di una grande forza interiore. Come la sua voglia di rendere felice la gente.

Torna all’inizio – Lo chef 3 stelle e la sua origine

Si chiede spesso di Christian Bau: da dove proviene questa ambizione e la sua incessante ricerca di perfezione? Christian Bau sapeva presto che era stato fatto per la gastronomia. Già quando frequenta un tirocinio in un ristorante all’età di 14 anni e si sentiva come in una grande famiglia. Come gli altri 16 chef, Christian Bau aveva gia‘ sputato sangue. All’età di 16 anni, ha lasciato la casa dei suoi genitori e, stando contando solo sui propri mezzi, si è unito a un chef come aiuto cuoco. Sapeva subito: questo è esattamente il lavoro giusto. La gastronomia divenne per lui la seconda famiglia.

christian-bau-auszeichnung

Il modo per BauStil

La formazione di Harald Wohlfahrt come cuoco si riflette anche in Christian Baus Kochstil. Non e‘ diverso nel Victor’s Fine Dining, dove la cucina francese perfetta e classica era convincente. Ma lo chef a 3 stelle non era davvero soddisfatto. Questo tipo di cucina non era ancora il suo stile. Non quello che poteva identificare con, e ciò che il suo cuore realmente voleva fare.

Come “braccio destro” di Harald Wohlfahrt, Christian Bau ha viaggiato in molte città internazionali, tra cui Ba nel 1994.

In sette anni uno chef di 3 stelle

Christian Bau ha goduto di un’educazione classica e infine ha trovato un grande maestro in Harald Wohlfahrt. Dal 1998 ad oggi, lo chef a 3 stelle è lo chef del ristorante gourmet “Victor’s Fine Dining da Christian Bau”. All‘inizio, il suo compito era di guidare il ristorante al successo. Questo è senza dubbio vero. Ha fissato i premi più alti in tempo record. Il suo primo obiettivo, l’assegnazione di una stella Michelin, era già stato raggiunto dopo sette mesi. Solo un anno dopo, nel 1999, ha seguito la seconda stella. Nel 2005, la guida Michelin ha assegnato al ristorante di Christian & Yildiz Bau la terza stella. Così divenne il più giovane chef a 3 stelle di Germania (vicino a Saarbrücken) ad appena 34 anni.